FriuliRun | Corse e marce in FVG - Blog

CAMMINO DEI BORGHI SILENTIIl Cammino dei Borghi Silenti si trova in provincia di Terni e attraversa i comuni di Montecchio, Guardea, Avigliano Umbro e Baschi. È un percorso ad  anello lungo 86 km che si snoda sulle pendici settentrionali dei Monti Amerini, in Umbria, si svolge prevalentemente su strade sterrate, sentieri di montagna e su alcuni brevi tratti di strade asfaltate secondarie.

Il cammino è suddiviso in quattro tappe e attraversa luoghi incontaminati e borghi medievali ancora intatti: la caratteristica che lo contraddistingue è il fascino del silenzio, che dai boschi di lecci e castagni, fino alle mura antiche dei piccoli paesi, sembra abbracciare e comprendere ogni cosa.

Il percorso si snoda tra la collina e la media montagna, tra i 350 e i 1.000 metri di quota, può essere percorso durante tutto l’anno, il clima è quello temperato tipico delle zone interne del centro Italia, ma nei mesi estivi le temperature potrebbero essere superiori ai 30 gradi.

Il percorso è situato nella parte sud occidentale dell’Umbria, in uno dei luoghi più affascinanti e meno conosciuti della regione, lontano dalle grandi mete turistiche affollate. Il progetto intende promuovere e far conoscere luoghi dal sicuro fascino attraverso le fatiche degli antichi cammini, dando la possibilità di poter percorrere il suo anello anche agli amanti della mountain bike.

Maggiori informazioni e la possibilità di richiedere la guida cartacea e le credenziali sul sito internet.

ta lipa potTa Lipa Pot, che in dialetto resiano significa “il bel sentiero”, è un percorso circolare con partenza e arrivo nella frazione di Stolvizza di Resia. È un itinerario naturalistico che si snoda lungo i sentieri intorno al paese, tra boschi, cascate e ruscelli e rappresenta un'ottima occasione per entrare in contatto con l’ambiente, la cultura e la storia della Val Resia.

Partendo da Piazza dell’Arrotino si seguono le indicazioni per l’inizio del percorso e ci si immerge subito nel paesaggio costeggiando il salto della cascata del Rio Potok, per addentrarsi nel bosco e arrivare a ridosso di un tipico stavolo in località Hostie.

Proseguendo si scende verso l'abitato di Zamlin e, dopo averlo attraversato, si costeggia la riva sinistra del torrente Resia, da dove si può ammirare in tutta la sua bellezza il massiccio del Monte Canin. In alcuni tratti si attraversano semplici e panoramiche passerelle sul fiume, passando vicini alla vecchia fabbrica di calce e alla sorgente in località Loh.

Si risale poi verso Acchia, il piccolo pianoro destinato alla coltivazione di aglio, cipolle e patate, sino ad arrivare in paese, in Piazza dell'Arrotino, punto di partenza e d’arrivo di questa entusiasmante camminata.

Il “Ta Lipa Pot” è nato per essere percorso a piedi ma è possibile anche transitare su tutto il tracciato in mountain bike (info su carniabike.it) o a cavallo per il tipo di sentieri e strade interessate.

Rimanendo a Stolvizza, il turista attento alla cultura del luogo potrà visitare il Museo dell'Arrotino, un pezzo di storia della valle, presso la ex scuola del paese o percorrere a piedi la panoramica passeggiata per la via Alta del paese, borgo Kikej, esempio ben conservato dell’architettura tipica di una volta.

sentiero valtellinaIl Sentiero Valtellina è un percorso ciclopedonale di 114 km che parte da Colico, sul Lago di Como e sale lentamente il fondovalle affiancando il fiume Adda per arrivare a Bormio, in Alta Valtellina.
 

Il Sentiero Valtellina è sostanzialmente un lungo e pianeggiante percorso, per la maggior parte asfaltato, ideale per famiglie che permette di scoprire le bellezze della Valtellina immersi nel verde tra vigneti, prati e meleti.

Lungo il percorso è possibile usufruire delle numerose aree di sosta attrezzate in cui fermarsi per un allegro picnic o pranzare in agriturismi o ad un punto ristoro.


Il servizio “Rent a Bike” consente inoltre di noleggiare biciclette di diverse tipologie e restituirle lungo il percorso, nei vari punti di noleggio. La ferrovia corre parallela a buona parte del tracciato: si può quindi arrivare e ripartire in treno portando con sé la propria bicicletta.


Sul sito ufficiale sono disponibili numerose informazioni, compresi i luoghi di interesse da visitare.

IL CAMMINO DEI RIBELLIIl cammino dei ribelli è un itinerario di 130 km suddiviso in 7 tappe, tra Piemonte, Liguria, Emilia e Lombardia, alla scoperta di storie medievali, feudali e partigiane.
 
Un grande anello tra Arquata Scrivia e il monte Antola, un viaggio a piedi nella Val Borbera, tra villaggi e natura selvaggia, un’esperienza di turismo lento nato per rilanciare una terra spopolata e bellissima.

Il cammino è nato da poco e non presenta ancora una segnaletica specifica, chi vuole percorrerlo deve dotarsi delle tracce gps disponibili sul sito ufficiale.

È  possibile pernottare in tenda o in b&b e alberghi, sfruttando la tariffa speciale dedicata a chi presenta la credenziale del cammino.


Dal sito ufficiale è possibile scaricare le credenziali e le tracce gps per ogni tappa.

IL CAMMINO DI OROPAIl Cammino di Oropa è lungo circa 60 km percorribili in quattro giorni e può essere il percorso ideale per chi non ha mai affrontato un itinerario a tappe o come allenamento per prepararsi a cammini più lunghi.
 
Si parte dalla stazione ferroviaria di Santhià e si arriva al Santuario di Oropa, la classificazione di questo itinerario è di tipo escursionistico, quindi alla portata di tutti, con il giusto allenamento di base, la  difficoltà e il dislivello sono crescenti e l'ultima tappa è la più difficoltosa.

Il Cammino di Oropa è percorso da oltre 400 anni da camminatori e pellegrini che salgono a Oropa per ammirare la Madonna Nera ed è ricco di spiritualità, storia e cultura.

Il percorso è completamente segnato, con segnavia gialli e neri e frecce gialle dipinte ed è stato tracciato evitando il più possibile i sentieri stretti ed esposti e i terreni molto sconnessi o con gradini.


Sul sito ufficiale sono disponibili maggiori informazioni e si possono richiedere le credenziali.

Ultime dal blog