FriuliRun | Corse e marce in FVG - Blog

lago verzenisIl Cammino delle Pievi è un percorso ad anello attraverso la Carnia, lungo circa 260 chilometri, suddiviso in 20 tappe, in dieci delle quali si incontrano le storiche Pievi Carniche, antiche chiese, generalmente collocate su alture lontano dai centri abitati, luoghi di silenzio e riflessione spirituale.

Il tragitto si svolge tra vecchi sentieri di bassa montagna e sentieri alpini del CAI, la maggior parte delle tappe è percorribile durante tutto l'anno, mentre il periodo migliore per compiere in sicurezza gli itinerari compresi tra Forni di Sopra e Ravascletto (tappe da 10 a 15) va da metà maggio a metà novembre.

Il percorso è interamente segnato con segnavia di colore giallo e bianco, tabellina con freccia direzionale e logo del Cammino, ad eccezione dei sentieri con segnavia CAI, che riportano i consueti bolli bianchi e rossi.


Il Cammino delle Pievi della Carnia permette non solo di compiere un viaggio spirituale e religioso, ma anche di conoscere più a fondo la storia e la cultura del Friuli Venezia Giulia.

Sul sito ufficiale è possibile trovare numerose informazioni, scaricare le mappe, la descrizione delle tappe e consultare un elenco aggiornato di celebrazioni ed eventi in cui le Pievi sono aperte e visitabili.

materaIl Cammino Materano conduce dalla Puglia alla Basilicata ed composto da sei differenti percorsi, conosciuti come Via Peuceta, Via Ellenica, Via Sveva, Via Jonica, Via Dauna e Via Lucana, che portano fino alla Cattedrale della Madonna della Bruna di Matera.

Al momento i due cammini aperti e percorribili in autonomia sono la Via Ellenica, che parte da Brindisi e la Via Peuceta, che inizia dalla Basilica di San Nicola di Bari.

La Via Peuceta parte dalla costa e arriva all'entroterra percorrendo 170 km in sette tappe, per arrivare a Matera si passa da Altamura, Gravina e l'altopiano delle Murge, attraversando borghi medievali, cattedrali e chiese rupestri.

È
un viaggio attraverso natura, storia, archeologia, cultura ed enogastronomia, camminare in questi luoghi è il modo migliore per conoscere ed apprezzare a pieno il territorio.

Sul sito ufficiale è possibile trovare maggiori informazioni, scaricare la descrizione delle tappe e richiedere le credenziali.

santuario di castelmonteIl Cammino Celeste è un itinerario religioso internazionale che unisce luoghi di antica devozione mariana. Coinvolge tre percorsi che, partendo da Italia, Austria e Slovenia, arrivano al Monte Lussari, dove si trova un santuario mariano detto dei "Tre popoli".

Il percorso in Italia è diviso in dieci tappe per un totale di circa 200 km, lungo i quali si affronteranno in totale più di 6.700 metri di salita e quasi 5.000 metri di discesa, ha un andamento da Sud a Nord, dal mare alla montagna, lungo tutto il Friuli a non molta distanza dal confine sloveno.

Partendo dalla Basilica di Santa Maria Assunta di Aquileia, si attraversa il Collio, è possibile visitare santuari ed abbazie, fino a raggiungere il Santuario del Monte Lussari.

Il percorso è segnalato da un pesciolino stilizzato, ricavato dal mosaico che costituisce il pavimento della basilica di Aquileia, ed è percorribile interamente solo da giugno a settembre, mentre negli altri mesi, a causa della presenza di neve su oltre metà del tracciato, sono praticabili solo le prime tappe.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale.

CAMMINO DI DANTEUn itinerario che partendo dalla Tomba di Dante a Ravenna, attraversa piccoli borghi medievali e i luoghi dell’esilio dantesco per arrivare al Museo Casa di Dante a Firenze.


Ripercorre il percorso che il sommo poeta compì, in cerca di quiete e ispirazione, agli inizi del XII secolo ed il cui tracciato si sviluppa lontano dalla strada asfaltata e lungo antichi sentieri di origine etrusco-romana, non è solo un percorso di trekking, ma un cammino culturale, artistico e filosofico che percorre terre che sono state la culla dell’Italia rinascimentale.


Solitamente il percorso è diviso in 21 tappe, tutte dotate di specifica segnaletica orizzontale e verticale, sul sito ufficiale si possono trovare tutte le informazioni utili sui luoghi di ristoro e su come ottenere la Cartoguida e la Credenziale del Cammino.




3° CORTINA SNOW RUNSono aperte le iscrizioni per la quarta edizione del Cortina Snow Run che si correrà sabato 22 febbraio 2020, è gara di corsa in montagna, in semi-autosufficienza, in notturna lungo le piste di sci battute, organizzata dal Club Alpino Italiano sezione di Cortina d'Ampezzo.

Il percorso è classificato con il bollino rosso: EE itinerario per escursionisti esperti, la corsa si svolge in parchi naturali ed ecosistemi a protezione totale e l'itinerario richiede la capacità di muoversi su terreno innevato con tratti anche ghiacciati.

Il percorso della Cortina Snow Run segue il seguente itinerario: classificazione piste azzurra (facile), rossa (media), nera (difficile).

Cortina (Corso Italia), Funivia Freccia nel Cielo- Salita pista Stries (azzurra) Colfiere, pista A Olimpica 1956 (nera) Rifugio Col Druscie, discesa pista raccordo pista Pie Tofana (azzurra), salita raccordo pista Canalone (rosso) raccordo pista Olympia (rossa) pista Olympia, Olimpica 1956 (rossa) Rifugio Duca d’Aosta, pista Valon Tofana (rossa) Rifugio Pomedes , discesa pista Caprioli (rossa) pista Tofanina (azzurra), Rifugio Col Taron, raccordo Pie Tofana, discesa pista Muro de ra Cioures (azzurra) Colfiere, pista Stries (azzurra) arrivo Stadio Olimpico del Ghiaccio.

Per ulteriori informazioni visitare il sito e leggere il regolamento online.